Quando non c'era la fotografia 
TL
Highlight for Album: Vartema
BB
Album: Vartema

Gli “Itinerari di Vartema”, nell’edizione dell’editore Fusconi di Bologna. Poiché il libro edito dal Fusconi è praticamente introvabile, il nostro Presidente ing. Mario Dalmazzo ha pensato di inserire nella nostra rubrica “Immagini”, una piccola selezione delle xilografie in esso riprodotte e che provengono dalla edizione tedesca pubblicata nel 1515 ad Ausburg e che fra l’altro ci mostrano anche un immagine dell’autore stesso. Sono raffigurazioni talvolta ingenue che però ben rispondono alla narrazione stessa ed al testo del Vartema.
Last change: 07/12/10
Contains: 27 items.

TL
Highlight for Album: La Torre di Pisa
BB
Album: La Torre di Pisa

Fra i monumenti più fotografati nel mondo certamente la Torre di Pisa, o “Torre Pendente”, è uno di questi. La sua vetustà, ma soprattutto la sua caratteristica “pendenza”, sono una delle ragioni principali della sua fama, oltre ai suoi valori artistici architettonici, e anche per le sue innovazioni strutturali, che precorrono i tempi dell’evoluzione tecnologica costruttiva. Non ne vogliamo parlare in questa breve nota che vuole invece introdurre questo nuovo capitolo di “Prima della foto”. Anche prima della fotografia la torre è stata presentata in disegni, stampe ed incisioni che ne fanno uno dei monumenti più celebrati. Come abbiamo già detto in “Viaggio” ed in” Recensioni”, Valentino Cai ne ha raccolto in lunghi anni di ricerca una serie di bellissimi esemplari riuniti in una collezione pubblicata nel testo da noi recensito. Qui con il consenso dell’editore di Valentino Cai e di Lucia Tosi curatrice dell’opera da noi segnalata, proponiamo ai nostri visitatori una scelta di stampe di varie epoche sulla Piazza dei Miracoli e sulla Torre Pendente , assai rappresentative della notorietà di questo famoso monumento.
Last change: 08/13/09
Contains: 21 items.

TL
Highlight for Album: Guerra Italo Turca
BB
Album: Guerra Italo Turca

a cura di Mario Dalmazzo La guerra italo turca in un "fumetto" dell'epoca. Se Gheddafi non avesse fatto il possibile per tener desta la memoria di questo evento bellico, probabilmente la memoria collettiva lo avrebbe emarginato ben pi di quanto in effetti non sia stato. Un ritrovamento casuale di un piccolo libretto di disegni dell'epoca in un negozio di filatelia, proprio quando stavo riordinando una serie di foto degli alpini italiani in Lybia durante quella guerra per presentarle qui in "Immagini", mi induce a riprodurlo qui quasi come introduzione all'argomento che seguirà in altro capitolo. Sono disegni pieni di retorica patriottica, ma visti come ingenua manifestazione di orgoglio nazionale ed anche di onesto sentimento di amor patrio. Guardiamoli insieme. Qualcuno potrà dire: ma che c'entrano queste cose con il viaggio! C'entrano, c'entrano. Da un po' di tempo la Lybia di Gheddafi si è aperta al turismo e non c'è agenzia turistica che non proponga viaggi in Lybia. Noi per parte nostra abbiamo già parlato di Leptis Magna e dei graffiti del sud sahariano. E' bene conoscere questo paese anche da altri punti di vista che un po' ci riguardano. Viaggiare è conoscere.
Last change: 07/21/10
Contains: 13 items.

TL
Highlight for Album: Oceania '900
BB
Album: Oceania '900

Le “Immagini” che qui presentiamo, e che ci sembrano particolarmente attraenti per l’aura romantica che si respira nei disegni e nei  colori, son tratte da un libro edito a Londra nel 1919, autore Frank Fox, e le illustrazioni  di tre diversi pittori, che ritraggono momenti di vita in Australia, Nuova Zelanda e Papua. Le avevo trovate io stesso a Londra nel lontano 1957 su un banchetto di libri vecchi  e ora ripescato  nella mia libreria. L’Oceania  era ancora un continente conosciuto soprattutto dagli scritti dei grandi viaggiatori e geografi che  avevano raccontato le meraviglie e dipinto da pittori come il  famoso Gaugain. Dice l’autore: “Dove l’Oceano Pacifico rotola le sue lunghe ondate  il mondo era fino agli anni più recenti  ancora giovane e ingenuo. Vi erano là ridenti popoli di felici fanciulli che non erano ancora cresciuti e terre  dove la maledizione di Adamo che dice che il pane deve essere guadagnato con il sudore,  non aveva ancora colpito. Tre sono i capitoli e tre gli autori dei dipinti. Il primo  Norman H. Hardy dedicato alle isole del Pacifico, il secondo  Percy F. S.  Spence dedicato all’Australia, il nuovo mondo in rapida espansione, ed infine  F. e W. Wrigtht che ci descrivono la New Zealand dei Maori. Mario Dalmazzo
Last change: 06/22/10
Contains: 27 items.


Powered by Gallery v1 RSS