Fiammetta Positano


Fiammetta Positano de Vincentiis, classe 1921, ha visitato 126 Paesi in tutto il mondo, è pubblicista, scrive libri, organizza mostre fotografiche, fotografa lei stessa, collabora con numerose associazioni di viaggi, è entrata nel Club dei Grandi viaggiatori perché il suo maggior interesse è viaggiare e conoscere persone di tutto il mondo.
La signora dai capelli rossi racconta di se stessa: “Sono una persona curiosa e ho ereditato la passione del viaggio da mio padre, che aveva fatto diverse volte il giro del mondo. Ho iniziato a viaggiare da bambina e non mi sono mai fermata, perché ciò che mi spinge è il desiderio soprattutto di cercare mio padre. Per tutta la vita ho anche raccolto testimonianze da chi lo aveva conosciuto. Così ho incontrato tante persone importanti, da Agatha Christie alla signora Fleming, moglie di Ian Fleming, e spero di poter pubblicare presto un libro con tutte le loro storie”.
Ama il mare e le isole del Pacifico che sta visitando a tappeto. Trova che il mezzo di trasporto più interessante siano i “Cargo”, le navi che solcano i mari con tante automobili e una passeggera sola: lei, la “rossa” viaggiatrice.
Quando non viaggia scrive libri, presto sarà pubblicato “Viaggiare per amore”, che raccoglie le sue storie di viaggi alla ricerca delle opere del padre.
E’ una straordinaria fotografa, passione nata molti anni fa in India, quando le accadde di scattare qualche fotografia per caso. Da allora molti sono stati i reportage da lei curati. Ha al suo attivo delle mostre fotografiche; ne ricordiamo l’ultima tenutasi presso la galleria Verhaeren di Bruxelles, dal titolo “New York 1956”, dove sono state esposte le fotografie fatte da Fiammetta in quell'anno.
Prossimamente a Milano da Giovenzana la mostra “La mia vita sul cargo”.
E’ in grado di raccontare le avventure più strane che le sono capitate nella sua lunga vita di vera viaggiatrice: dalle risalite in piroga del fiume Niger, da Tumbuctu attraverso il Mali, agli incontri con i beduini nel deserto dell’Oman, agli splendidi e terribili paesaggi del Ghana e del Benin, alle spiagge delle isole Salomone in mezzo alla guerra etnica, alla attraversata dell’Oceano Atlantico a bordo di un cargo per due mesi, lei, da sola, con 24 uomini di equipaggio, esperienza indimenticabile di contatti umani.
Ama molto il computer ed è diventata la testimonial della IBM; lo ama molto perché le permette di scrivere e riordinare i suoi appunti. Nei suoi viaggi porta spesso con sè un portatile, in modo da raccogliere immediatamente le impressioni del viaggio. Ma il computer le è indispensabile anche per dialogare con le persone che ha conosciuto nel mondo. La posta elettronica è senza dubbio uno strumento incredibile per conoscere e per mantenere i contatti con tutti i suoi amici e compagni d’avventura in qualsiasi luogo del mondo essi vivano.
Fiammetta ha anche un sito proprio, molto ben fatto ed interessante, e risponde, via email, al seguente indirizzo: fiamma.positano@fastwebnet.it